Stefano Chiocchini: Intelligenza artificiale, sostenibilità e welfare sono gli asset per l’impresa del futuro?

E’ necessario progettare il nostro futuro pensando ad un diverso modo di utilizzare le risorse più preziose, salvaguardando in primis quello che è il fondamento della nostra vita, il bene più importante, il nostro ORO BLU, l’acqua, che è alla base della vita sulla terra.

Noi di SERRANOVA proprio per meglio utilizzarlo siamo passati dalla coltura idroponica delle nostre prime tipologie di serre, le stesse che ci hanno permesso di ricevere il più grande riconoscimento nell’ambito del design, il premio Compasso d’Oro, al nuovo sistema di coltivazione aeroponica.

Tutte le nostre serre sono di tipologia chiusa e con soluzione impiantistica in grado conseguire le condizioni climatiche interne obiettivo e di uniformare il più possibile la temperatura e l’umidità relativa dell’aria contenuta e l’adozione di pompe di calore permette di contenere l’emissione di gas serra.

Il sistema di coltivazione brevettato e unico al mondo combina la tecnologia aeroponica con la stimolazione fotoluminescente che permette alle piante di crescere a velocità superiore alla norma, accrescersi dimensionalmente con valori superiori alla media ed acquisire qualità organolettiche, brix, olii essenziali maggiori di quelli ottenuti nelle normali serre.

SERRACHEF, SERRAMIDI & SERRAMAXI, SERRAPRO, sono le serre evoluzione dell’attuale tendenza nel coltivare, trasformare e distribuire cibo all’interno di contesti urbanizzati o peri-urbani, come città, periferie o lottizzazioni.

Il 50% della popolazione mondiale vive in aree urbane e si prevede un aumento all’80% fino al 2050, i cittadini meno abbienti spendono tra il 40% e il 60% del loro reddito annuale in cibo e ad oggi circa 31 città nel mondo hanno una popolazione pari a o maggiore di 10 milioni di abitanti. 

Per alimentare una città di questa grandezza devono essere importate ogni giorno almeno 6000 tonnellate di cibo.

L’uso di Serranova si propone come una delle possibili risposte a questi problemi.

Serranova consuma fino ad 1/15 dell’energia delle normali vertical farming.

e non solo consuma pochissima acqua, dato che il sistema aeroponico, utilizzando quella nebulizzata da spruzzatori direttamente sulle radici libere delle specie vegetali coltivate consente di non sprecarla ma è ancheidricamente autosufficiente perchè consente la produzione di 250-300 litri di acqua al giorno direttamente tramite l’umidità sviluppata dalle piante in coltivazione.

Serranova consuma solo 1/10 dell’oro blu che consumano le normali serre grazie al sistema aeroponico con un risparmio idrico quindi vicino al 90% di acqua in meno rispetto all’agricoltura tradizionale.

Progettare il futuro significa anche ottimizzare le nostre risorse base e il metodo utilizzato è oltre390 volte più efficiente in termini di utilizzo del terreno per coltivare lo stesso volume di colture, producendo fino a 36 raccolti all’anno.

Con l’aeroponica, le radici hanno un maggiore accesso all’ossigeno, il che si traduce in piante più sane, rese maggiori e tassi di crescita delle colture molto più rapidi.

Progettare per il futuro deve significare farlo con un’attenzione ecosostenibile e perfettamente green, coniugando ricerca e sperimentazione.

ECONOMIC CHALLENGE 2024
“Progettare il futuro per le nostre vite”
12 OTTOBRE 2024 – Perugia – San Francesco al Prato
VISITA IL SITO WEB